Apple riduce la produzione di iPhone 13: mancano i chip

Related Articles

Apple non raggiungerà i suoi obiettivi di produzione per il suo nuovo iPhone prima delle vacanze a causa di una carenza globale di chip per computer. E’ quanto rivela un rapporto Bloomberg. 

Il gigante dell’elettronica aveva previsto di fare 90 milioni di iPhone entro la fine dell’anno, ma dovrà ‘accontentarsi’ di 80 milioni perché i suoi fornitori Broadcom e Texas Instruments non possono tenere il passo con la domanda, hanno detto le fonti dell’agenzia di stampa.

“La domanda è stata forte in tutto il mondo, soprattutto in Cina e negli Stati Uniti” ha commentato l’analista di Wedbush Dan Ives. “Apple sarà a corto di almeno 5 milioni di iPhone 13 per la stagione delle vacanze se la domanda continua a questo ritmo” ha aggiunto. 

A luglio, quando la carenza dei semiconduttori non si era fatta sentire in modo così sensibile, la produzione industriale di autoveicoli nei primi 7 mesi era risultata in rialzo del 50,2% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Per produzione di autoveicoli non si intende solo quella di auto: tale dato è infatti la sintesi di 6 macroprodotti. Nel dettaglio, sono autovetture: telai e unità complete (a loro volta conteggiate con tre indicatori, peso potenza e cilindrata); autobus: telai e unità complete; autocarri, derivanti da vetture: telai e unità complete; camper;  motori per autoveicoli (compresi i trattori); autogru.

Crisi dei chip, produzione di autoveicoli -37,4% ad agosto in Italia

La crisi dei chip che sta travolgendo l’industria automobilistica globale, non risparmia il nostro paese: la produzione di autoveicoli ad agosto è calata del 37,4% in Italia incidendo sull’andamento della produzione globale che è rimasta invariata su base annua (e in calo dello 0,2% rispetto a luglio). 

Il calo è molto accentuato rispetto al mese precedente cioé luglio, quando fu del 7,4%. C’è da dire però che l’andamento della produzione di autoveicoli aveva preso un tono grintoso visto che su base annua, nei primi 8 mesi dell’anno e quindi rispetto allo stesso periodo del 2020, la produzione è cresciuta del 43%.

LEGGI ANCHE: Stellantis, la crisi dei chip colpisce più del Covid: produzione giù del 16,3%

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular Articles